Maltempo in Sicilia, disastrosa alluvione tra Catania, Enna e Siracusa: 200mm di pioggia nella notte

venerdì 19 ottobre - 11:42, di Salvatore Lia

Una terribile alluvione ha colpito nella notte la Sicilia orientale, e in modo particolare le zone interne della piana di Catania dove sono caduti oltre 200mm di pioggia tra Mineo e Ramacca. Situazione drammatica anche nel siracusano, dove in alcune aziende agricole e in case di campagna ci sono persone sui tetti. Alcune sono state gia’ soccorse da due elicotteri dei vigili del fuoco e da uno della marina militare. Un quarto velivolo dei pompieri e’ in arrivo dalla Campania. In contrada Trigona una persona e’ stata soccorsa e salvata dall’equipaggio dei vigili del fuoco che l’ha imbragata e sollevata col verricello. In contrada Cuccumella un’azienda agricola ha chiesto soccorso per il personale e il bestiame per l’acqua alta. Ci sono state persone che, sebbene sui tetti di case di campagna, hanno invece rifiutato il salvataggio, preferendo attendere il soccorso da terra.La furia della pioggia ha provocato frane, allagamenti e smottamenti: numerose auto sono state travolte e portate via dalla furia di acqua e fango, e molte persone sono rimaste bloccate e salvate dai soccorritori di vigili del fuoco, protezione civile, forze dell’ordine e volontari. In molti paesi dell’hinterland catanese, case e negozi sono invasi da acqua e fango. In molti centri le scuole sono chiuse. Le operazioni di salvataggio e di soccorso sono ancora in corso e i centralini delle sale operative sono state ‘invase’ da centinaia di richieste di aiuto. L’elicottero dei vigili del fuoco ha tentato un soccorso nel Messinese, ma ha fatto rientro per le avverse condizione meteo e si e’ diretto per un sopralluogo dall’alto nelle zone maggiormente colpite per effettuare anche eventuali recuperi dall’alto.I centri maggiormente colpiti sono FrancofonteRamaccaPalagoniaMineoScordiaAgira e Lentini tra le province di Catania, Siracusa ed Enna. Ieri sera una tromba d’aria ha colpito la costa di Marina di Ragusa e forti temporali avevano colpito ragusano e trapanese.
La furia dell’acqua ha intrappolato anche un mezzo dei vigili del fuoco di Catania durante il nubifragio di stamattina. I quattro componenti della squadra sono rimasti bloccati per oltre tre ore dall’acqua alta circa un metro e mezzo vicino al parco archeologico di Palike’, in territorio di Mineo, e sono stati soccorsi da altri colleghi. La squadra dei vigili del fuoco malgrado la situazione di difficolta’ non ha voluto fare rientro per far fronte alle numerose richieste di aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.