Inverno 2017/2018: temperature sopra la media, precipitazioni abbondanti

mercoledì 7 marzo - 19:27, di Salvatore Lia

Si è appena concluso l’Inverno meteorologico 2017-2018 che proprio sul finale è stata caratterizzato da una forte ondata di freddo. Vediamo però come è stata nel complesso l’intera stagione invernale (mesi di Dicembre, Gennaio e Febbraio) facendo riferimento ai dati rielaborati dall’Isac-Cnr.

Sull’interno territorio nazionale l’Inverno nel suo complesso ha fatto registrare un’anomalia molto vicina alla media trentennale di riferimento 1971-2000 pari a circa +0.3°C. Nonostante lo scarto positivo questa stagione è risultata comunque la più “fredda” degli ultimi 5 anni, un dato che rende l’idea di quanto l’Inverno italiano si sia scaldato negli ultimi decenni e in particolare proprio negli anni ’10. Abbiamo vissuto tuttavia una stagione molto altalenante caratterizzata da una parte iniziale e una finale piuttosto fredde intervallate tuttavia da una lunga fase centrale piuttosto mite. Due mesi infatti hanno fatto registrare scarti negativi (Dicembre -0,5°C e Febbraio -1°C), ma sono stati ampiamente ‘compensati’ da un Gennaio molto mite (+2.4°C).

Dal punto di vista pluviometrico durante l’intera stagione sono cadute più precipitazioni rispetto alle attese con un surplus nazionale del 16%, quasi tutto accumulato nell’ultimo mese di Febbraio. Nel complesso dunque è stata sicuramente una stagione positiva per quanto riguarda l’innevamento di Alpi e Appennini, in particolare i versanti settentrionali delle Alpi, che anche nella prima parte hanno visto quantitativi considerevoli di neve. Sulla nostra Regione complessivamente abbiamo avuto temperature oltre la media del periodo di 1-2°C, con precipitazioni abbondanti anche oltre il 100% della media.

One thought on “Inverno 2017/2018: temperature sopra la media, precipitazioni abbondanti

Comments are closed.