CLIMA: GIUGNO 2019 IL PIU’ CALDO DELLA STORIA IN EUROPA

giovedì 4 luglio - 14:27, di Salvatore Lia

L’estate è appena iniziata ma sono già stati infranti numerosi record di temperatura in Europa. I dati rilasciati dal Copernicus Climate Change Service (C3S), realizzato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine per conto dell’Unione Europea (ECMWF), mostrano che la temperatura media europea per giugno 2019 è stata più alta di qualsiasi altro giugno mai registrato. Le temperature medie sono state di oltre 2°C sopra la media e quello appena trascorso è stato il giugno più caldo mai registrato.

Completamente ribaltata, dunque, l’anomalia del mese di maggio, che nella fascia centrale da nord a sud dell’Europa era stato più freddo della norma. Italia inclusa: sul nostro Paese è stato infatti un maggio freddissimo.

Sebbene non sia stata persistente come quella dell’estate 2018, questa breve ondata di caldo, provocata da una massa d’aria calda proveniente dal Sahara, è stata intensa. I 5 giorni con temperature eccezionalmente alte hanno seguito giorni con temperature record sull’Est Europa. Tutto questo ha portato il mese nel complesso ad essere di circa 1°C sopra il precedente record di giugno, stabilito nel 1999, e di circa 1°C sopra quanto previsto dalla tendenza negli ultimi decenni.

I dati forniti dal C3S mostrano che la temperatura media globale per giugno 2019 è stata anche la più alta mai registrata per il mese. È stato di circa 0,1°C più altarispetto al precedente giugno più caldo, quello del 2016, dopo un forte evento di El Niño. La mappa delle anomalie termiche presente in alto a corredo dell’articolo, basata sugli ultimi dati del C3S, sottolinea quanto sia stata eccezionalmente calda la fine del mese. Rispetto alla media per gli stessi 5 giorni durante il periodo 1981-2010 (il periodo di riferimento climatologico standard), sulla maggior parte di Francia e Germania, nel nord della Spagna e dell’Italia, in SvizzeraAustria e RepubblicaCeca ci sono state temperature di 6-10°C oltre la media.

Anche se è difficile attribuire direttamente questa ondata di caldo ai cambiamenti climatici, si prevede che eventi meteo così estremi diventino più comuni mentre il pianeta continua a riscaldarsi sotto le crescenti concentrazioni di gas serra. Guardando ai dati delle temperature da una prospettiva più a lungo termine, emerge che il mese è stato ancora più eccezionale. Unendo gli ultimi dati del C3S con gli insiemi dei dati che si estendono indietro nel tempo, si evince che la temperatura media europea di giugno 2019 è stata di oltre 3°C più alta rispetto alla media del 1850-1900.

Aumenti nelle temperature medie europee di giugno di oltre 1°C sopra la media si sono verificati diverse volte durante gli ultimi 150 anni (nel 1901, 1917 e 1999, per esempio). Ma la temperatura di giugno 2019 è stata eccezionale perché il suo aumento è arrivato su un aumento generale di circa 1,5°C o più nella temperatura europea negli ultimi 100 anni. Questo aumento nella temperatura europea è notevolmente più alto di quello di 1°C circa osservato a livello globale.