CATANZARO SALTATA DALLA NEVE: ECCO I MOTIVI E L’ANALISI DETTAGLIATA

sabato 23 febbraio - 21:56, di Salvatore Lia

In questa veloce ondata di freddo che ha colpito la Calabria sembrava che fosse possibile rivedere la neve anche sulla città di Catanzaro, ma questo non è successo ed ecco alcuni dei motivi più importanti:

  1. Temperature in quota non sufficienti: sebbene l’ondata di freddo presentava temperature abbastanza basse, per la nostra città non erano abbastanza. In mattinata sono caduti fiocchi coreografici con un valore di temperatura intorno ai -4°C a 1500m di quota, ma le precipitazioni erano troppo deboli; nel corso del pomeriggio le temperature hanno subito un aumento da -4°C a -2°C (come da previsione) a causa di un richiamo di aria mite da Sud, facendo dunque aumentare la quota neve fino ai 700m;
  2. Precipitazioni arrivate in ritardo: secondo le previsioni infatti se fossero arrivate intorno le ore 15.00, le precipitazioni sarebbero state inizialmente nevose sulla città e, successivamente, trasformate in pioggia. Da segnalare anche un notevole effetto Stau che ha formato un “muro” tra il cosentino e il catanzarese, non facendo così oltrepassare nessun tipo di precipitazione;
  3. Minimo di bassa pressione al suolo e in quota: il minimo di bassa pressione formatosi al suolo si è collocato troppo vicino alla costa catanzarese, il quale non ha richiamato aria abbastanza fredda da Nord-est; il minimo in quota invece si è collocato sulla Calabria Tirrenica, richiamando così aria umida da Sud;
  4. Forti venti: I forti venti richiamati dal minimo di bassa pressione hanno destabilizzato la colonna d’aria, non mantenendo dunque una temperature fissa o almeno sufficiente per nevicare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.