AUTUNNO DA INCUBO IN ITALIA: 40 VITTIME PER IL MALTEMPO

martedì 6 novembre - 21:39, di Salvatore Lia

Il maltempo che continua a flagellare l’Italia ha provocato 40 morti nell’ultimo mese, e 35 morti nell’ultima settimana: un bilancio a dir poco drammatico. E’ un autunno terribile per colpa del caldo anomalo: proprio le temperature eccezionalmente elevate di Ottobre e di quest’inizio di Novembre, determinate da un persistente flusso di Scirocco che porta masse d’aria dal Nord Africa verso l’Italia, alimentano l’energia che innesca fenomeni meteorologici disastrosi.
Le prime vittime lo scorso 5 Ottobre in Calabria, a Lamezia Terme, dove una giovane mamma con due bambini è stata travolta da un torrente in piena in una strada. Dopo pochi giorni altri due morti in Sardegna, nell’hinterland di Cagliari, per una pesantissima alluvione che ha colpito il Sud dell’isola l’11 Ottobre.
Poi, a partire dallo scorso weekend, lo Scirocco ha innescato il “Monsone Italiano” dopo un lungo periodo secco e caldissimo, e l’Italia ha contato ben 6 morti in otto giorni. Il 28 ottobre 4 vittime a Isola Capo Rizzuto, il 29 ottobre i morti di Terracina per il tornado, CastrocieloNapoliAlbissola Superiore e Feltre per il forte vento, un altro morto a Belluno per la furia della pioggia. Poi il 1° Novembre un morto a Cattolica, nell’Adriatico, e due morti a Lillianes in Valle d’Aosta sempre per il forte vento. Una vittima anche in Lombardia nel primo giorno del mese, a Nozza nel bresciano, travolto dalla furia di un torrente. Il 2 novembre un’altra vittima in Sardegna, a Carloforte, per un fulmine.
Proprio in questi giorni, tra 29 ottobre e 3 novembre, sei persone sono morte in Trentino Alto Adige, una delle Regioni più colpite dalla devastazione del vento.
Ieri il disastro peggiore in Sicilia con 12 morti e un altro disperso tra Palermo e Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.